Santa Francesca Saverio Cabrini (in origine Maria Francesca Cabrini) era la minore di tredici figli. Nacque il 15 luglio del 1850 in un piccolo villaggio chiamato Sant’Angelo Lodigiano, vicino alla città di Milano. Crescendo, rimase incantata dalle storie dei missionari e decise di entrare in un ordine religioso.

WATCH THE VIDEO IN ITALIAN | SPANISH | PORTUGUESE

Suore Missionarie del Sacro Cuore di Gesù

Francesca si dedicò con fervore ai suoi studi e ottenne la certificazione per insegnare. Fece domanda di ammissione alle Figlie del Sacro Cuore, che erano state sue maestre, ma sfortunatamente non fu accettata per via della sua salute cagionevole.

Imperterrita, rivolse la sua attenzione all’orfanotrofio “Casa della Provvidenza” di Codogno, in Italia, dove insegnò e svolse attività di beneficenza. Qui prese i voti religiosi nel 1877, aggiungendo Saverio al suo nome, in onore del santo gesuita Francesco Saverio, Patrono delle Missioni. Nel 1880, con sette giovani donne, Francesca fondò l’Istituto delle Suore Missionarie del Sacro Cuore di Gesù. Era tanto intraprendente quanto devota, nel trovare persone che avrebbero donato ciò di cui aveva bisogno in termini di denaro, tempo, lavoro e sostegno.

Suor Maria Regina Canale MSC parla della Fondazione dell'Istituto delle Suore Missionarie del Sacro Cuore di Gesù.

L’AIUTO AGLI IMMIGRATI ITALIANI NEGLI STATI UNITI

Francesca e le sue sorelle volevano essere missionarie in Cina, così lei visitò Roma per avere udienza dal Papa Leone XIII. Contrariamente a quanto si aspettava Francesca, il Papa le disse di andare “non ad Oriente, ma all’Occidente”, a New York anziché in Cina. Doveva aiutare migliaia di immigrati italiani negli Stati Uniti.

Nel 1889, Francesca Cabrini e le sue sorelle entrarono in un nuovo mondo: New York City. Inizialmente incontrarono molte difficoltà e delusioni ma, come sempre, Francesca perseverò. Organizzò corsi di catechismo e di formazione per gli immigrati italiani e provvide ai bisogni dei tanti orfani. Fondò anche scuole e orfanotrofi nonostante le enormi difficoltà.

OPERE ESTESE IN TUTTO IL MONDO

Ben presto, Francesca ricevette richieste di aprire scuole da tutto il mondo. Viaggiò in Europa, Centro e Sud America e in tutti gli Stati Uniti. Attraversò ripetutamente l’Oceano Atlantico, andò a cavallo sulle Ande e attraversò le terre di Centro America, Brasile, Argentina, Europa e Stati Uniti in treno e persino a piedi, fondando un totale di 67 istituti tra scuole, ospedali e orfanotrofi.

Il suo desiderio era diffondere l'amore e la devozione verso il Cuore di Gesù attraverso la preghiera, l’esempio e l’opera delle sue Missionarie, promuovendo la solidarietà, la difesa della vita e la dignità dell’essere umano.

Canonizzazione

La sua attività fu incessante fino alla sua morte, avvenuta il 22 dicembre 1917 a Chicago. Dopo l’esaustiva procedura canonica di beatificazione e canonizzazione, Madre Cabrini fu dichiarata Beata il 13 novembre 1938.

Il 7 luglio 1946 fu proclamata santa da Papa Pio XII in riconoscimento della sua santità e del suo servizio all’umanità. È la prima cittadina degli Stati Uniti canonizzata dalla Chiesa Cattolica romana.

Nel suo libro “Immigrant Saint, The Life of Mother Cabrini”, Pietro Di Donato racconta il giorno della canonizzazione:

“Il 7 luglio 1946, San Pietro era vestita a festa. I suoi venerabili e imponenti pilastri erano adornati con magnifici e antichi arazzi damascati. Innumerevoli lampade elettriche e candele erano raggruppate attorno all’altare papale… quadri raffiguranti Madre Cabrini pendevano dalle balconate. Le attività in Vaticano sono iniziate poco dopo le sette del mattino, quando, nella Cappella Sistina, sono iniziati ad arrivare cardinali, patriarchi, arcivescovi e altri dignitari che avrebbero partecipato alla canonizzazione. Papa Pio XII entrò nella Cappella Sistina e intonò l’Ave Maris Stella.”

Il Papa fece la seguente dichiarazione solenne in latino:

“… dichiariamo e definiamo Santa la Beata Francesca Saverio Cabrini e la iscriviamo nell’Albo dei Santi, ordinando che la sua memoria sia celebrata nella Chiesa universale il giorno 22 dicembre. Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.”

Santa Francesca Saverio Cabrini fu nominata Patrona dei Migranti nel 1950 e, nel 1999, Papa San Giovanni Paolo si riferì a lei come Missionaria della Nuova Evangelizzazione.

"Leader religiosa, amministratrice d'impresa e portavoce degli emarginati, Madre Cabrini è sempre stata una donna compassionevole. Nonostante le difficoltà, la salute cagionevole e le delusioni, la pace dell'anima di Madre Cabrini le permetteva di irradiare una gioia che nasceva dalla fiducia incrollabile nella provvidenza divina. Questa fiducia totale e senza riserve in Dio era la caratteristica principale della sua personalità e la fonte di una forza interiore che la spinse a raggiungere risultati notevoli in un periodo di tempo relativamente breve. Alcuni hanno visto nella Cabrini l'incarnazione delle aspirazioni degli immigrati: fare carriera, eccellere, dimostrare il proprio valore. Altri, invece, attribuirono i suoi successi allo zelo di una santa".

~ Suor Mary Louise Sullivan, MSC, Ph.D., Madre Cabrini, "Immigrata italiana del secolo".

La statua di Madre Cabrini nella Basilica di San Pietro a Roma

Una grande statua di Santa Cabrini fu collocata nella Basilica di San Pietro a Roma l'8 dicembre 1946, cinque mesi dopo la sua canonizzazione. Si trova nella navata centrale. Qui, segnate da possenti pilastri, si trovano 39 nicchie con le figure dei Santi fondatori di Ordini e Congregazioni religiose. In una di queste, a dodici metri di altezza accanto all'altare papale, è stata collocata la statua di Santa Francesca Saverio Cabrini, fondatrice della Congregazione delle Missionarie del Sacro Cuore di Gesù. Era una delle poche nicchie allora disponibili e fu Papa Pio XII, che pochi mesi prima, il 7 luglio 1946, aveva canonizzato Madre Cabrini, a decidere di rendere omaggio alla santa.

Per saperne di più, leggete QUI.

La statua di Madre Cabrini nella Basilica di San Pietro a Roma

Leggi un approfondimento sulle reliquie di Madre Cabrini QUI.

L'8 marzo uscirà nelle sale cinematografiche statunitensi un nuovo film su Madre Cabrini!

Ringraziamo profondamente Eustace Wolfington, produttore esecutivo del film, per aver voluto con passione realizzare questo film e permettere alla storia di Santa Francesca Cabrini di raggiungere il maggior numero di persone possibile!
Per saperne di più: https://www.angel.com/movies/cabrini

Watch the film Mother Cabrini (2019), by Cristiana Video
in Italian HERE, in Spanish HERE and in English HERE.

Per saperne di più sul film, leggere QUI.

Leggi le ultime notizie su Madre Cabrini